Lo Studio

Lo studio di fisioterapia Fisiosalus nasce dalla volontà di aiutare le persone che si rivolgono a noi nel ritrovare o mantenere il proprio benessere psico-fisico attraverso le conoscenze e le competenze acquisite negli anni in campo fisioterapico.

chi siamo

Rita Bertoni

Laureata in Fisioterapia presso l’Università degli Studi di Milano (2008) e in Scienze Motorie presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (2005) Ha collaborato come ricercatrice in ambito fisioterapico con la Fondazione Don Carlo Gnocchi di Milano Corsi - Concetto Maitland Livello 2b - Kinesiotaping KT1-KT2-KT3 - Kinetic Manual Therapy - Bendaggio funzionale e Taping - PowerFlex & PowerTape/ VictoryTape - Bendaggio funzionale e Massaggio Sportivo - Terapia Manuale: Lesioni Muscolari - Tendinopatie dell’arto inferiore: Valutazione Riabilitazione e Rieducazione - Riabilitazione Vestibolare - Mobilitaly: Muoversi oggi nella Sclerosi Multipla

“uno stato di completo benessere, mentale e sociale” “una condizione dinamica di equilibrio, fondata sulla capacità del soggetto di interagire con l’ambiente in modo positivo, pur nel continuo modificarsi della realtà circostante”

Terapie fisiche

  • La ionoforesi è un trattamento di elettroterapia che consiste nella somministrazione di un farmaco attraverso la pelle, utilizzando una corrente continua a bassa intensità prodotta da un particolare apparecchio.

    A cosa serve

    Questa terapia è utile alla somministrazione di farmaci tipicamente antinfiammatori direttamente a livello dell’articolazione dolente da trattare, senza utilizzare aghi.

    Per chi

    Per tutti quei soggetti che non possono o preferiscono non assumere farmaci antinfiammatori per via sistemica in caso di algie articolari o artrosi.

    Ionoforesi

  • L’elettrostimolazione o Correnti di Kotz è una serie di impulsi elettrici a media frequenza di che inducono la contrazione del muscolo. È un particolare tipo di elettrostimolazione che si utilizza anche nella preparazione atletica e nel recupero post infortunio degli sportivi. Esistono inoltre delle particolari onde elettriche che vengono utilizzate per stimolare la muscolatura in caso di lesione nervosa periferica.

    A cosa serve

    L’effetto terapeutico consiste nel miglioramento del tono e del trofismo muscolare, quindi aumenta la forza e la massa del muscolo trattato. Nel caso di lesione nervosa periferica parziale serve per mantenere il trofismo muscolare.

    Per chi

    L’indicazione in fisioterapia è per i pazienti che hanno un’atrofia da non uso, quindi: dopo un intervento chirurgico; dopo un infortunio che ha immobilizzato un arto o in seguito ad una frattura. In caso di lesione nervosa periferica parziale.

    Controindicazioni

    Portatori di pace-maker

    Elettrostimolazione

  • La magnetoterapia è un trattamento che sfrutta gli effetti del campo magnetico sul corpo.
    Si applicano due solenoidi (elettromagneti) sull’articolazione da trattare.
    Quando l’elettromagnete è attraversato da una corrente elettrica crea un campo magnetico, quindi trasmette energia magnetica che produce principalmente effetti antinfiammatori e stimola in particolare la rigenerazione ossea.

    A cosa serve

    Ha un effetto antiflogistico ed antiedemigeno (favorisce il drenaggio del gonfiore articolare). Tende a sciogliere le contratture tramite un effetto rilassante sulla muscolatura. A livello vascolare la magnetoterapia agisce migliorando la microcircolazione periferica. A livello osseo favorisce gli osteoblasti (cellule che fissano il calcio nelle ossa) e inibisce gli osteoclasti, cioè le cellule che erodono l’osso. Favorisce una maggior formazione di fibre collagene.

    Per chi

    La magnetoterapia è indicata nelle fratture recenti, in caso di ritardo di consolidazione, osteoporosi, artropatie di natura infiammatoria e degenerativa.

    Controindicazioni

    portatori di pace-maker e stimolatori cardiaci ed in caso di gravidanza

    Magnetoterapia

  • L’ultrasuono è una terapia che utilizza le onde acustiche ad alta frequenza (non udibili) per il loro effetto antinfiammatorio, per favorire la riorganizzazione dei tessuti e sciogliere le aderenze. Per le problematiche relative a mani e piedi viene effettuato immergendo la parte interessata in una bacinella d’acqua per una migliore distribuzione delle onde sulle superfici interessate.

    A cosa serve

    Quando gli ultrasuoni penetrano nel corpo, l’effetto delle vibrazioni muove tutte le particelle interne e stimola il riassorbimento del liquido infiammatorio o la riorganizzazione delle fibre (per esempio nelle lesioni muscolari già cicatrizzate). Gli ultrasuoni cedono l’energia al tessuto che attraversano producendo calore.

    Per chi

    La terapia con ultrasuoni può essere utile per chi deve risolvere problemi legati a tessuti cicatriziali ed ematomi organizzati, tendiniti, infiammazioni articolari, artrosi, calcificazioni periarticolari nelle primissime fasi di formazione

    Ultrasuono Terapia

  • È l’acronimo di Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation: si tratta di una elettroterapia antalgica che sfrutta il passaggio di corrente a bassissima intensità per ridurre il dolore causato da tante patologie diverse.
    A cosa serve?

    Stimolando le fibre nervose, la TENS può neutralizzare i segnali dolorifici, i quali non arrivano al cervello e quindi non vengono percepiti.

    Per chi

    Il campo d’applicazione della TENS è molto vasto, è indicata in numerose problematiche, in particolare per: cervicalgia, lombalgie, dorsalgie, sciatalgie e dolori derivanti da ernie.

    Controindicazioni

    Solo in caso di pazienti con determinate condizioni cliniche: portatori di pace-maker; donne in stato di gravidanza o allattamento; soggetti con aritmie.

    T.E.N.S.

  • Laserterapia è un termine con il quale ci si riferisce, in modo piuttosto generico, all’uso terapeutico del laser. In fisioterapia viene utilizzato per la sua capacità di stimolare i tessuti in maniera mirata e anche profonda. In particolare il laser è in grado di provocare una risposta biochimica sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri. Viene effettuata attraverso apparecchiature che producono un fascio laser che viene proiettato sulla zona da trattare.

    A cosa serve

    La laserterapia ha un effetto antalgico, perché innalza la soglia del dolore, antinfiammatorio, biostimolante, decontratturante per via dell’effetto termico. Inoltre provoca la riparazione delle lesioni muscolari che non hanno indicazione chirurgica perché favorisce la formazione di tessuto fibroso cicatriziale.

    Per chi

    È quindi indicata in tutte quelle persone che soffrono di problematiche derivanti da tendinite, distorsione, lesioni muscolari, artrosi, tallonite, infiammazione o flogosi.

    Laserterapia

  • La TECAR terapia, che significa letteralmente Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, è una forma di termoterapia endogena per il trattamento di traumi e patologie dell’apparato muscolo-scheletrico. Il principio su cui si basa questa terapia è quello del calore endogeno prodotto con correnti sinusoidali di frequenza elevata applicate tramite elettrodi alla parte del corpo dove si vuol portare l’azione terapeutica.

    A cosa serve

    L’ampiezza dell’effetto terapeutico della Tecar terapia viene stabilita dall’energia che l’apparecchio trasferisce alla parte trattata. La Tecar terapia accelera i processi riparativi delle cellule, contribuendo così a una notevole riduzione dei tempi di recupero. L’aumento del flusso sanguineo nei tessuti che si stanno trattando inoltre è utile soprattutto per sbloccare le articolazioni rigide dopo una lunga immobilizzazione, una contrattura, una lesione muscolare. A livello vascolare agisce riequilibrando la permeabilità dei capillari e delle membrane cellulari, inoltre stimola la liberazione delle stazioni linfonodali sovraccaricate per le scorie, favorendo così la risoluzione di edemi e flogosi.

    Per chi

    La Tecar terapia può essere applicata su patologie, non solo in ambito sportivo e ortopedico, ma anche vascolare, reumatologico ed estetico. In generale per tutti coloro che soffrono di problematiche all’apparato muscolo scheletrico sia di origine traumatica o infiammatoria, acuta o cronica.

    Tecarterapia

I nostri numeri

8

Terapie fisiche

2

Trattamenti

265

esercizi

365

Giorni l'anno

News

  • la fisioterapia 2

    news
  • la fisioterapia C3

    news
  • la fisioterapia 4

    news
  • la fisioterapia 5

    news
  • la fisioterapia 6

    news
  • la fisioterapia Copy

    news
  • la fisioterapia

    news

Trattamenti

Riabilitazione ortopedica e neurologica

Si occupa delle problematiche derivanti da patologie traumatiche e non che coinvolgono sia l’apparato muscolo scheletrico che il sistema nervoso centrale e periferico

Leggi

Massoterapia

La massoterapia è una tecnica riabilitativa e preventiva che si fonda essenzialmente sull’applicazione di massaggi.

Leggi
le nostre

Collaborazioni

magigori informazioni

Contattaci

dove siamo: via Luigi Settembrini 19, Seregno (MB)
Trovaci sulla mappa